HOME   Calcio
Notizie Sportive
Calcio Calciomercato Formula 1 Moto Basket Tennis Ciclismo Nuoto Rugby Pallavolo Altri Sport Poker Rss
Buffon salta il Parma Attacco, rispunta Borriello
 Leggi i commenti :: Commenta la notizia


TORINO - Falsa partenza per Buffon, che salterà il debutto di sabato contro il Parma. Mercoledì pomeriggio il portiere si è sottoposto ad esami strumentali per controllare la causa del fastidio muscolare patito al termine dell'allenamento di ieri. Brutta notizia per il numero 1: si tratta di una elongazione al bicipite femorale della coscia destra. Un problema di lieve entità, ma che costringerà Buffon a dare forfait contro la sua ex squadra.
La Juventus intanto indossa l'elmetto e torna in trincea, ammesso che avesse abbandonato il fronte. E' il giorno del comunicato di fuoco diffuso sul sito ufficiale dal presidente Andrea Agnelli, letteralmente furibondo con "una giustizia sportiva che somiglia sempre di più ad una caccia alle streghe". Ma c'è un'altra Juve che prepara la prima battaglia in campionato, sabato allo Stadium contro quel Parma che, a causa dello sciopero, fu la prima nemica affrontata anche nella scorsa stagione. I bianconeri sperano che Giovinco, dopo aver inflitto alla Signora quattro gol dell'ex in altrettante partite con la maglia gialloblù, non perda il vizietto di fronte alla sua vecchia squadra. La Formica Atomica contende un posto al sole dell'undici titolare a Matri, mentre è certa la presenza in attacco di Vucinic. Sempre a proposito di ex, rischia invece di non essere della partita l'acciaccato Amauri che la Torino bianconera avrebbe voluto ringraziare per il gol "ammazza-Milan" segnato l'anno scorso al Meazza con la maglia della Fiorentina.

TRA TOP PLAYER E PIANI B - Proseguono i sogni bianconeri di mezza estate, con tre giocatori in corsa per una maglia, la numero 10: Llorente, Dzeko e Jovetic. Tre trattative in salita, tre cartellini salati. L'Athletic Bilbao pretenderebbe per Llorente i 36 milioni della clausola rescissoria: nessuno sconto, con il rischio di perderlo l'anno prossimo a costo zero (la Juve ci sta facendo più di un pensiero, avendo già trovato l'accordo con il giocatore: quattro anni di contratto a 3,5 milioni). Il Manchester City non sembra intenzionato a rivedere la valutazione di Dzeko, circa 25 milioni, oltre a non aver individuato l'eventuale alternativa al bosniaco (a meno che lo sceicco Mansour non voglia regalarsi proprio Llorente). La Fiorentina, infine, respinge ogni assalto bianconero per Jovetic, blindato in viola per 30 milioni di motivi. In corso Galileo Ferraris si fanno così strada un paio di soluzioni alternative molto più concrete ed economiche. Marotta non perde di vista l'ex Borriello, che la Roma gli cederebbe nuovamente in prestito. Intanto Conte valuta attentamente il 19enne ghanese Boakye che, passato brillantemente il test estivo, resterebbe a Torino nel caso (sempre più probabile) in cui il colpo grosso dovesse rimanere in canna. A proposito di conferme, i bianconeri oggi hanno riscattato dalla Pro Vercelli la seconda metà del cartellino di Alberto Masi. Al difensore 20enne è bastato un mese e mezzo per guadagnarsi la fiducia di Conte e della società. Il giovane portiere Leali, invece, è a un passo dal trasferimento in prestito al Lanciano neopromosso in Serie B.

LA RABBIA E L'ORGOGLIO - La sentenza della Corte di Giustizia Federale, che ha confermato in appello l'assoluzione di Bonucci e Pepe e la squalifica di Conte (10 mesi), riducendo invece quella del suo vice Alessio (da 8 a 6 mesi), è stata vissuta dal presidente Andrea Agnelli come l'ennesima ingiustizia, un nuovo affronto da respingere. La rabbia ("la misura è colma", "si è deciso di uccidere la logica") si è impastata con "l'orgoglio gobbo", come da copyright dello stesso Agnelli: "Chi pensa che le vicende giudiziarie di questa estate possano condizionare la nostra stagione, ha fatto i male i suoi conti". Il numero uno bianconero ha ribadito la sua richiesta di riformare "dalle sue fondamenta" il sistema della giustizia sportiva che "celebra processi sommari, con modalità barbare", così come ha confermato pieno sostegno a Conte "che è e sarà l'allenatore della Juventus" e intanto anticipato una probabile richiesta di danni che saranno oggetto di "valutazioni e quantificazioni". Per adesso il club bianconero prepara un ricorso urgente al Tnas, per ottenere una sostanziosa riduzione delle pene che hanno colpito il suo tecnico, che domani alle 15.00, presso la sala stampa di Vinovo, Antonio Conte, Angelo Alessio e gli avvocati Giulia Bongiorno, Antonio De Rensis e Luigi Chiappero incontreranno i giornalisti in conferenza stampa.


 


Fonte: (Repubblica.it)

 I commenti dei Lettori

Non ci sono Commenti, scrivi il primo.



Nome
Commento
Inserire il risultato della somma visualizzata nell'immagine a sinistra.



 Altri Articoli
 







  Ultimo Video Inserito
Juventus - Lecce 2-2
Altri video...

  Tieniti sempre aggiornato sul Juventus
Notizie sul Calcio
Notizie sul Juventus
Imposta come Home Page
Aggiungi ai Preferiti



  Eventi Sportivi in Streaming

 Site map:  Notizie Sportive | Atletica | Calcio | Risultati Calcio | 90° Minuto | Pronostici | Basket | Formula 1 | Ciclismo | Baseball | Boxe | Golf | Hockey | Ippica | Moto | Pallavolo | Pallanuoto |
                    Vela | Nuoto | Wrestling | Calciomercato | Champions League | Coppa UEFA | Olimpiadi 2008 | Giro d'Italia | Rugby | Scherma | Sci | Tennis | Football | Internazionali di Roma
                    Tour De France | Mondiali Sud Africa 2010 | Poker
tv web | risultati calcio | sportweek
Gazzetta.it, Yahoo Sport, Corriere dello Sport.it, Sport Mediaset, Calciomercato, >, Serie A Calcio