HOME   Formula1
Notizie Sportive
Calcio Calciomercato Formula 1 Moto Basket Tennis Ciclismo Nuoto Rugby Pallavolo Altri Sport Poker Rss
Formula 1, Alonso si arrende: "Vettel sfiora la perfezione"
 Leggi i commenti :: Commenta la notizia


SUZUKA - Continua a dettare legge la Red Bull in Formula 1. Anche il Mondiale 2013 è nelle mani di Sebastian Vettel, che aritmeticamente già domenica a Suzuka potrebbe chiudere i giochi e conquistare il quarto titolo iridato consecutivo, un'impresa riuscita finora solo a Juan Manuel Fangio e Michael Schumacher. Volge dunque al termine il duello con Fernando Alonso, distanziato di 77 punti dal leader della classifica, che alla vigilia del weekend nipponico sembra aver abbandonato qualsiasi speranza di 'miracolo'.

ALONSO: "NON POSSIAMO LOTTARE CON UNA RED BULL COSI' VELOCE" -
"Ho sempre riconosciuto il valore di Vettel, come quello della Red Bull - spiega il ferrarista -. Già l'anno scorso ho detto che potevamo lottare alla pari, anche con la Mercedes, ma solo fino a Singapore. Poi Sebastian ha avuto una macchina più veloce di 1 secondo e così non possiamo lottare. Un salto avanti fatto con l'aiuto di Adrian Newey, che quest'anno ha fatto ancora meglio: sono andati più forte già prima".

"SEBASTIAN SFIORA LA PERFEZIONE" -
Alonso quindi riconosce la bravura e la grandezza dell'avversario. "Vettel sta disputando una grande stagione, ha fatto un ottimo lavoro e sfiora la perfezione - prosegue lo spagnolo -. E' vero che ha una macchina molto competitiva, ma ha guidato molto bene e non ha commesso errori".

VETTEL: "FORTI DA SUBITO, POI BRAVI A MIGLIORARCI" -
In effetti ha dominato la stagione il driver di Heppenheim, supportato a dovere anche dalla crescita del team, veloce da subito ma negli ultimi 4 Gp capace di aumentare il gap nei confronti degli avversari, non solo la Rossa ma anche la Mercedes. "Credo sia giusto dire che avevamo una macchina molto forte sin dal principio della stagione, abbastanza forte per chiudere sempre in una posizione abbastanza buona. Ultimamente - spiega Vettel nella conferenza stampa del giovedì - credo che siamo stati molto forti anche nelle qualifiche, mentre all'inizio dell'anno la Mercedes sembrava avere assolutamente qualcosa in piu'. Credo che non ci sia una vera spiegazione da parte nostra, non c'è una parte che abbiamo messo sulla macchina rendendola all'improvviso molto più veloce. Siamo riusciti a migliorarla e quindi, quando siamo arrivati a Spa, la macchina era migliore rispetto all'Ungheria. Da lì in avanti abbiamo cercato sempre di migliorare, ci sono sempre dei nuovi particolari che arrivano ogni weekend, anche se a volte è un pacchetto molto piccolo. Ma stiamo continuando a spingere sempre molto duro e sono certo che gli altri facciano la stessa cosa. A quanto pare, pero', noi ultimamente abbiamo avuto parecchi aggiornamenti buoni che hanno reso la macchina più veloce".

"ORA RIUSCIAMO A COMPRENDERE MEGLIO LA MACCHINA" - Secondo Vettel è "anche un fattore di comprensione della macchina: riusciamo a comprenderla meglio rispetto all'inizio della stagione. Sei in grado di reagire più rapidamente o trovare il giusto assetto. Chiaramente non c'è tanto tempo, perché se giri il venerdì poi c'è solo una notte per migliorare e fare dei cambiamenti, però siamo riusciti a lavorare molto bene come team e ad arrivare vicini al 100% già sabato mattina". Vettel ha anche incassato i complimenti di Lewis Hamilton. "Posso soltanto ricambiare, credo che ci sia rispetto tra i piloti e credo che sia la cosa più importante. Lewis è uno dei migliori piloti della F1, io vado piuttosto d'accordo con lui e quindi posso solo dire grazie, ricambio".

"LE PAROLE DI HAMILTON? SONO UN COMPLIMENTO PER ME" - Però Hamilton ha anche detto che vincendo sempre Vettel fa diventare noioisa e prevedibile la Formula 1. "Innanzitutto è un complimento. Credo che sia molto diverso, penso che ci sia stata una gara che abbia fatto da eccezione perché a Singapore siamo riusciti a scavare ogni giro. Se prendi la Corea, che è più simile a Spa, il gap era qualcosa come 6" per tutta la gara. Se ripensiamo a una decina di anni fa erano 30", 60" a gara, che è piuttosto diverso. Non mi fraintendete, ovviamente è un bel margine, ma basta un piccolo errore e 3" non sono nulla".

"ESPERIENZA UNICA SALIRE IN VETTA AL MONTE FUJI" -
Per Vettel "Suzuka è una delle migliori se non la migliore pista del Mondiale". Chiusura sulla scalata del monte Fuji. "Scalare forse non è la parola giusta perché non hai bisogno della corda per arrivare. Si', abbiamo iniziato molto presto, è stato un viaggio molto divertente, abbiamo raggiunto la vetta all'alba - conclude Vettel -. Un'esperienza unica".


Fonte: (Repubblica.it)

 I commenti dei Lettori

Non ci sono Commenti, scrivi il primo.



Nome
Commento
Inserire il risultato della somma visualizzata nell'immagine a sinistra.



 Altri Articoli
 







  Ultimo Video Inserito
Ferrari F10 Launch Ceremony
Altri video...

  Tieniti sempre aggiornato sul Formula1
Notizie sul Formula1
Imposta come Home Page
Aggiungi ai Preferiti



  Eventi Sportivi in Streaming

 Site map:  Notizie Sportive | Atletica | Calcio | Risultati Calcio | 90 Minuto | Pronostici | Basket | Formula 1 | Ciclismo | Baseball | Boxe | Golf | Hockey | Ippica | Moto | Pallavolo | Pallanuoto |
                    Vela | Nuoto | Wrestling | Calciomercato | Champions League | Coppa UEFA | Olimpiadi 2008 | Giro d'Italia | Rugby | Scherma | Sci | Tennis | Football | Internazionali di Roma
                    Tour De France | Mondiali Sud Africa 2010 | Poker
tv web | risultati calcio | sportweek
Gazzetta.it, Yahoo Sport, Corriere dello Sport.it, Sport Mediaset, Calciomercato, >, Serie A Calcio